Ivrea, scontro frontale e Denisa muore a 15 anni

ivrea,-scontro-frontale-e-denisa-muore-a-15-anni

Grave incidente stradale a pochi chilometri da Ivrea, sulla strada statale 565. Coinvolte due auto – una Bmw e una Smart – e quattro persone. La strada è rimasta chiusa al traffico per quattro ore. 

Ivrea, la Bmw e la Smart si scontrano in un frontale e Denisa muore a 15 anni
Marco Di Lauro/Getty Images/Archivio

Nel pomeriggio di ieri, domenica 31 gennaio, un grave incidente stradale si è verificato attorno alle 16:30 sulla strada provinciale 565 all’altezza di Samone, alle porte di Ivrea, poco prima dello svincolo per l’autostrada A5 Torino-Aosta. Nello scontro sono rimaste coinvolte due auto: una Bmw 318 e una Smart, che si sarebbero scontrate frontalmente in un tratto rettilineo teatro, in passato, di altri incidenti. Tragico il bilancio dello schianto: una ragazza di 15 anni, Denisa Carmina Pop è morta, mentre altre tre persone sono rimaste ferite, una delle quali in maniera grave. La vittima, originaria di Udine, era residente a Castellamonte e viaggiava sulla Bmw insieme ad altre due persone: dopo l’urto, la vettura ha proseguito la propria corsa, ribaltandosi e finendo fuori strada.

Ad avere la peggio è stata la quindicenne, sbalzata via dal veicolo e morta sul colpo in seguito al terribile urto. Inutili i soccorsi del 118, sopraggiunti sul luogo dell’incidente quando la ragazza era già priva di vita. Per le altre due persone che viaggiavano con Denisa – due ventiduenne originari della Romania e residente a Ponte Canavese e a Cougnè – è stato invece immediatamente ordinato il trasporto presso l’ospedale di Ivra, dove i due sono ricoverati in condizioni non gravi.

Peggio è andata, invece, alla conducente dell’altra vettura, una Smart: la donna di 51 anni che era alla guida – residente a Ivera – è stata trasportata al Cto di Torino dopo le prime cure, fornitele sul posto dai soccorritori, e le sue condizioni vengono definite serie. Lo scontro ha comportato la chiusura al traffico del tratto di strada teatro dell’incidente per oltre quattro ore: tanto ci è voluto per garantire ai mezzi di soccorso di intervenire in piena sicurezza e per ripristinare la viabilità evitando pericoli per gli altri automobilisti.

La dinamica dell’incidente rimane non chiara: per questo i Carabinieri della compagnia di Ivrea sono al lavoro per ricostruire quanto accaduto, così da poter procedere all’attribuzione di responsabilità per il terribile scontro.

Il 2021 si è aperto in maniera non positiva per quel che riguarda le vittime della strada: sono infatti già molti gli incidenti che hanno portato alla morte di viaggiatori. E’ morto così, per esempio, il noto body builder Nicolas Ventura, proprio la notte di capodanno a Bologna, mentre appena due giorni fa Giacomo Truini ha perso la vita in un incidente stradale in provincia di Latina, a pochi chilometri di distanza da dove, anni fa, la stessa terribile sorte era toccata al fratello.